Casa
  • Agenzie Immobiliari
  • Arredamenti
  • Casa e abitazioni
  • Oggetti d' Arte
  • Traslochi
  • Imposte e Tributi
Milano by day
  • Numeri utili
  • PRENOTA UN HOTEL
  • MILANO by NIGHT
  • B&B Milano
  • Trasporti
  • Taxi
  • Parcheggi Atm
Milano Servizi
  • Anagrafe e Documenti
  • Associazioni
  • Biblioteche
  • Bandi e Concorsi
  • Camera di commercio
  • Consigli di Zona
  • Consolati
  • ECOPASS
  • Dove fare sport
  • Fiere e manifestazioni
  • Istruzione
  • Imposte e Tributi
  • Luoghi di culto
  • Musei
  • Oggetti smarriti
  • Palinsesto TEATRI
  • Pratiche auto
  • Poste
  • Pubblica sicurezza
  • Sanita'
  • Servizi sociali
  • Servizi Online
  • Servizi Sicurezza
  • Servizi funebri
  • Tempo Libero Corsi
  • WiFi Free Milano
Milano Ieri e Oggi
  • Il Patrono
  • Storia di Milano
  • Il dialetto milanese
  • La cucina milanese
  • Personaggi milanesi
  • Milano ieri
  • Milano Oggi
  • I Navigli
  • Icone milanesi
  • Curiosita' e cultura
  • Regione e Provincia
Beltram de Gaggian
   
 

Prima che nascesse la piu' famosa maschera milanese (Meneghino) la maschera cittadina era personificata da Beltramm de Gaggian che tuttavia non fu la prima maschera del Teatro dell' arte milanese, preceduta da Lapoff, un pierrot biancovestito di cui si hanno poche notizie.
Beltramm comunque ebbe origine nel XVI° sec. quando si formarono le compagnie stabili Il ruolo era di servo un p'o tonto, buono e sempliciotto, da qui il detto: Vess de Gaggian o vess un Beltramm che indica una persona non troppo sveglia.......
Con rispetto per gli abitanti di Gaggiano, ogni localita' spettava un riferimento: I bauscia de Milan, i asnon de Barlassina, i goss de Bergum, e cosi' via......
Beltramm era fedele, faceto e garbato al contrario di Brigella, aveva una moglie milanese di nome Beltramina arguta e scaltra che spesso toglieva il marito da situazioni imbarazzanti.
Il suo costume era con maschera marrone, berretto nero, giacca, pantaloni e mantello, scarpe in pelle, e cintura gialla le calze il colletto ed i polsini bianchi.
Nel XV e XVI sec furono molti i bosin (cantastorie) che assursero la sua divisa. Interprete eccezionale di Beltramm fu Niccolo' Barbieri che scrisse un trattato di moralita' sul teatro con regole precise per gli attori.
Barbieri teneva le sue rappresentazioni nelle corti salendo sui banchi per essere visto da tutti, da qui il termine mont in banc o saltimbanco per indicare un attore comico. Dopo Barbieri fu il grande Carlo Maria Maggi a dare notorieta' al personaggio che spesso lo affiancava al Meneghin di cui fu il padrino.

 
 

Privacy

© AgendaMilano.com 2001-2003 ·info@agendamilano.com