Casa
  • Agenzie Immobiliari
  • Arredamenti
  • Casa e abitazioni
  • Oggetti d' Arte
  • Traslochi
  • Imposte e Tributi
Milano by day
  • Numeri utili
  • PRENOTA UN HOTEL
  • MILANO by NIGHT
  • B&B Milano
  • Trasporti
  • Taxi
  • Parcheggi Atm
Milano Servizi
  • Anagrafe e Documenti
  • Associazioni
  • Biblioteche
  • Bandi e Concorsi
  • Camera di commercio
  • Consigli di Zona
  • Consolati
  • ECOPASS
  • Dove fare sport
  • Fiere e manifestazioni
  • Istruzione
  • Imposte e Tributi
  • Luoghi di culto
  • Musei
  • Oggetti smarriti
  • Palinsesto TEATRI
  • Pratiche auto
  • Poste
  • Pubblica sicurezza
  • Sanita'
  • Servizi sociali
  • Servizi Online
  • Servizi Sicurezza
  • Servizi funebri
  • Tempo Libero Corsi
  • WiFi Free Milano
Milano Ieri e Oggi
  • Il Patrono
  • Storia di Milano
  • Il dialetto milanese
  • La cucina milanese
  • Personaggi milanesi
  • Milano ieri
  • Milano Oggi
  • I Navigli
  • Icone milanesi
  • Curiosita' e cultura
  • Regione e Provincia
Cap. 7 Chiese antiche
   
 

Nel 313 Costantino "pubblica" l'editto con il quale veniva concesso libero esercizio ad ogni religione, tale liberta' fece nascere cosi' a Milano altre chiese.
Sulle rovine in p.za Duomo del tempio a Minerva venne edificata la basilica maggiore e vicino la residenza del vescovo.
Di fronte a questa S.Giovanni alle fonti(oggi S.Gottardo)e poi un secondo chiamato Stefano alle fonti.Davanti alle chiese c'era l'atrio, un campo quadro,recintato dai portici ove nel centro v'era una vasca per lavarsi prima d'entrare. (purificarsi prima d'entrare in un luogo sacro) Le chiese erano molto semplici, come protesta contro il lusso pagano le costruzioni erano modeste, alcuni stili erano comuni, il Toscano attribuito agli Etruschi, il Dorico che diede idea d'architettura regolare,lo Ionico ed il Corinzio.I primi Cristiani convertirono ad uso religioso le strutture delle basiliche civili, edifici che per i Romani potevano corrispondere alla borsa odierna,ove si conveniva per affari.
Era una costruzione oblunga ad una navata centrale e due laterali minori divise dalla prima con due ordini di colonne. I colonnati venivano sostituiti con pilastri tozzi che terminavano con capitelli alquanto rozzi e fregiati di simboli semplici.Dalla navata centrale si vedeva l'altare, riservata ai Cristiani,i catecumeni invece stavano nelle laterali, in galleria, matrone e vergini che non dovevano distogliere i fedeli dalla preghiera.
Il coro era poco illuminato,si volgeva ad Oriente,per ricordare la persecuzione invece venne scavata la cripta sotto l'altare. Le basiliche antiche ne avevano uno solo,detto unigenito a significare l'unita' ecclesiastica,vennero costruite alcune celle a fianco delle navate minori in cui i fedeli potessero pregare e da qui s'originarono le cappelle.
Le decorazioni pagane dei capitelli erano semolici,ma ricche di simbolismo.
Il simbolo piu' importante era la Croce che poteva essere: Greca(a bracci uguali) Latina (con l'asta prolungata) Ansata, egiziana, di S.Andrea, altri fregi erano dei simboli pagani(viti di Bacco) pero' con il significato allusivo al detto del salvatore "Ego sum vites,vos palmites" la fenice per la Resurrezione, i fiori al paradiso, le palme i trionfi della fede.

 
 

Privacy

© AgendaMilano.com 2001-2003 ·info@agendamilano.com